BUON PRIMO COMPLEANNO COSTA VENEZIA

BUON PRIMO COMPLEANNO COSTA VENEZIA

28 febbraio 2019 un viaggio lungo di una notte per raggiungere prima Venezia e poi la città di Trieste che avrei visto per la prima volta nella mia vita. La mitteleuropea Trieste, sempre presente nei miei studi letterari da Svevo a Joyce, ospitava un evento importante: il battesimo di Costa Venezia del 1 marzo 2019

28 febbraio 2019 un viaggio lungo di una notte per raggiungere prima Venezia e poi la città di Trieste che avrei visto per la prima volta nella mia vita.

La mitteleuropea Trieste, sempre presente nei miei studi letterari da Svevo a Joyce, ospitava un evento importante: il battesimo di Costa Venezia del 1 marzo 2019

Dopo il varo di Costa Diadema nel 2014, Costa Crociere, dopo cinque anni, tornava alla ribalta con una nave destinata al mercato orientale.

L’ arrivo di Costa Venezia andava di pari passo al mio desiderio di sempre: quello di assistere ad un battesimo di una nave dal vivo.

Il sogno si stava realizzando grazie a Cristina dell’agenzia online Crocierepiù che supporta i croceristi del gruppo facebook ZonaCrociera nella prenotazione di una crociera.

Poteva crollare il mondo con tutto l’universo che mai avrei rinunciato a qualcosa che avevo sempre immaginato e vissuto indirettamente tramite gli streaming.

Trieste ci accoglieva con una splendida giornata di sole e Costa Venezia era già in città: la sua prua si affacciava dal molo dei Bersaglieri su piazza Unità d’ Italia e la bellezza di quel panorama credo sia difficile da dimenticare.

Erano i giorni del Carnevale e ai tradizionali festeggiamenti si aggiungevano quelli del battesimo della nuova regina dei mari e l’atmosfera che si respirava era di gioia immensa.

L’evento prevedeva tre giornate per conoscere una nave che dopo la crociera inaugurale avrebbe lasciato l’ Europa e avrebbe navigato verso la Cina ad uso esclusivo dei croceristi asiatici.

Costa Venezia è stata costruita da Fincantieri Italia negli stabilimenti di Monfalcone.

Obiettivo di Costa Crociere è far conoscere l’eccellenza italiana  ai 5200 passeggeri cinesi che in ogni crociera saliranno a bordo.

Gli ambienti in nave sono caratterizzati da arredi e decori tutti i spirati alla città lagunare: da piazza San Marco alle gondole che passeggiano lungo i canali.

Costa Crociere inserisce a bordo elementi italiani cari alla clientela cinese tra cui un’area dedicata alla squadra di calcio italiana più amata all’estero come la Juventus.

Indimenticabile  nelle nostre orecchie la romantica musica del Rondo’ Veneziano costantemente trasmesso  e poi rappresentato al  Teatro Rosso.

E se da una parte c’era tanto stile italiano dall’altra c’erano tante novità cinesi: dal cibo ai giochi.

Non mi era mai capitato di degustare un’ottima colazione cinese.

L’ area che mi colpì di più fu lo Squok Club, molto più essenziale rispetto alle altre navi della flotta.

Vedere un’area giochi per bambini così diversa mi porto’ al rientro a consultare dei manuali sull’educazione del bambino cinese. Uno dei libri che mi capitò tra le mani fu “Il ruggito della mamma tigre” di Amy Chua in cui l’autrice racconta di come ha educato le figlie secondo un rigido sistema cinese fatto di divieti e rinunce.

Così scoprii con molto interesse che il  cinese viene educato sin da bambino a non lasciarsi andare agli aspetti ludici della vita, poichè essi lo distoglieranno dal diventare un cittadino devoto al bene dello stato.

Anche i giochi nei ponti esterni riflettevano questa idea di semplicità e funzionalità.

La  Bellezza SPA è  organizzata secondo criteri culturali cinesi con due aree separate: una per le donne e l’altra per gli uomini. Particolarissima è la jacuzzi vista mare.

Incontrammo Ines, un’ adetta che ci condusse alla scoperta di un’area relax attrezzata ed elegante

Le Frecce Tricolori e la madrina cinese Gan Beye  con la sua famiglia, alla presenza del comandante Valestra  e delle dirigenze di Costa Crociere e di Costa Cruises Asia, hanno augurato il buon mare a Costa Venezia.

Il battesimo di Costa Venezia è stato per me un’occasione per partecipare ad un evento importante, ma anche per entrare in contatto con  una cultura diversa e soprattutto lontana.

Se oggi qualcuno mi chiedesse di dare una definizione di Costa Venezia, risponderei con una frase sintetica in inglese composta da quattro parole: “China Made in Italy” ( la Cina costruita in Italia)

Dopo esattamente un anno in ricordo di quell’ esperienza non resta che fare gli auguri di buon compleanno a Costa Venezia.

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos